punto logoATTREZZATURE TECNICHE UTILIZZATE

Corpi macchina (digitali):

Principale: Nikon D300s 12.3Mp (con telecomando ML-3)

Secondario: Nikon D5000 12.3Mp (con telecomando ML-L3)

 

Obiettivi intercambiabili:

AF-S Nikkor 18-300mm f/3.5-5.6G ED VR

AF-S Nikkor 18-55mm f/3.5-5.6G VR

AF-S Nikkor 55-200mm f/4-5,6G ED

AF-S Micro Nikkor 40mm f/2,8G

 

Bloc notes fotografico:

Nikon Coolpix P7000 10Mp 7,1x VR 3" FULLHD

 

Flash:

Principale: Metz Mecablitz 58 AF-2 digital

Secondario: Metz Mecablitz CT45-1 (analogico)

 

Cavalletto:

Manfrotto 190XPROB

Testa snodata Manfrotto 804RC2

 

Accessori per illuminazione:

Stativi Reflecta RS200 con ombrellini di diffusione

Lampade da cantiere al quarzo (400w)

2 Softbox a luce continua Amzdeal FS-SYP-002

Specchi, cartoncino bristol bianco, polistirolo, carta da lucido, stoffa da fodera

Gabbia di luce PMS con 2 illuminatori

 

Softwares per la post-produzione

Nikon ViewNX 2

Cyberlynk PhotoDirector10

Macromedia Fireworks8
Nik Software HDR Efex Pro

chiudi

facebook twitter instagram Youtube linguaggi.eu

Sono nato nel 1956 a Roma, dove - dal 1995 - svolgo l'attività di Educatore presso un'Istituzione Educativa dello Stato nella quale mi occupo in particolare dell'animazione di Laboratori teatrali, d'immagine e di scrittura creativa.

La passione per la fotografia risale ai tempi del liceo e, successivamente al diploma, la passione si tramuta in professione nel campo documentaristico, architettonico e pubblicitario.

In questo periodo ho collaborato stabilmente con diversi studi di architettura, con la Facoltà di Architettura dell'Università di Roma "La Sapienza", con le agenzie pubblicitarie sulla piazza di Roma e ho assunto la docenza in alcuni corsi di fotografia nelle scuole superiori.

La fotografia convive da sempre (e talvolta si fonde) con altri interessi a carattere creativo: dal teatro di strada a quello di figura, dal web design alla scrittura. Un caso esemplare di questa "fusione" è riscontrabile nel mio libro "Dietwald e gli altri" (2012) che raccoglie una serie di racconti ispirati direttamente da mie immagini.

Nel 1994 ho abbandonato completamente l'attività fotografica concentrandomi sui miei altri interessi che trovano spunti e possibilità di applicazione nella mia nuova attività di educatore.

Dal 2003 ho "ripreso in mano" la macchina fotografica (questa volta digitale), della quale ho scoperto le infinite possibilità creative e con la quale mi applico alla pura ricerca, nell'eterno allestimento di una mostra che forse non si realizzerà mai...

punto logoATTREZZATURE TECNICHE UTILIZZATE

realizzazione: Raffaele Corte area riservata vai in alto